martedì 23 febbraio 2010

Adesso non è più Ottavio a essere malato...

...bensì il mio computer :-( :-( :-(
Eggià....lo scorso venerdì, poco dopo aver postato la Focaccia di Recco......la schermata del mio pc è diventata tutta blu......e non sono più riuscita a fare nulla.......
Ora il tecnico se l'è addirittura portato via, e io sto usando il portatile........ che tristezza...
Perchè non ho tutti i programmi caricati , e soprattutto non riesco ad avere accesso alle mie foto e alle mie ricette... :-(
Così non riesco a postare niente e mi sento un po' latitante.....
Vabbè, questo piccolo post era solo per salutarvi e aggiornarvi, nella speranza che il malato di turno si riprenda al più presto!!
Un bacio

venerdì 19 febbraio 2010

Per chi volesse sperimentare nel weekend.... Focaccia di Recco!!

Questa è una ricetta......che più la fai, più ti viene bene!!!
Anche se già ne conoscevo la fama, e ne avevo già assaggiate delle poco riuscite repliche, l'ho scoperta per davvero quasi due anni fa, quando in occasione dell'anniversario di matrimonio, abbiamo affidato per qualche giorno il cucciolo alle cure dei nonni e in sella alla nostra moto siamo partiti alla volta di Recco, piccolo ma ridente paesino del Levante Ligure!

















In quei tre giorni da piccioncini abbiamo visitato le Cinque Terre, Camogli, ci siamo goduti la mini vacanza, e ovviamente abbiamo approfittato dell'ottima cucina! Però.....però.......se vai a Recco non puoi non mangiare la focaccia!!! Dove ti giri ti giri, è pieno di insegne che segnalano la produzione e/o vendita della Focaccia col Formaggio!!!!

mercoledì 17 febbraio 2010

Biscotti al Vallo

Quando la prima volta vidi questo post sul blog di Sabrine (che seguivo in silenzio per altro già da parecchio tempo, per la sua eleganza nello scrivere e le sue foto dal sapore provenzale!) il mio primo pensiero è stato: "Che bella questa raccolta.....peccato che il Ricettario di Nonna Papera io non ce l'abbia!"


Ma si sa.....il destino va sempre incontro ai volenterosi, e scorrendo il post, lessi che Sabrine era disponibile a fornire delle ricette, rigorosamente originali, proprio a chi fosse sprovvisto di ricettario e volesse partecipare!

Il mio primo premio.......che emozione!!!

Oggi sbirciando come di consueto tra i blog che seguo ormai quotidianamente, ho trovato una gradita quanto inaspettata sorpresa: ho ricevuto il mio primo premio!!!!



lunedì 15 febbraio 2010

Domani è martedì grasso....Frittelle di mele!!!

....e quindi volevo lasciarvi una ricetta prima di iniziare il magro periodo della quaresima..... :-)
scherzo: non smetterò di postare ricette in quaresima...però queste frittelle di mele sono una ricetta che ben si adatta a questi ultimi giorni di carnevale, e allora perchè non approfittarne?!

Sono veramente deliziose e facili da fare: certo, sempre di fritto si tratta, però danno l'illusione di essere meno pesanti vista la presenza della mela......(direte voi: è proprio un'illusione...vabbè, che c'è di male ogni tanto a illudersi un po'?!)

venerdì 12 febbraio 2010

Una semplice romanticheria.... Finto Bonet!!

Non so se festeggerete San Valentino, se lo considerate una festa comandata e lo detestate come ricorrenza, oppure se siete delle inguaribili romantiche che non possono fare a meno di vedere tutto a forma di cuore in quel giorno.....
Io personalmente lo trovo una buona occasione per ritagliarsi  un minimo di spazio come coppia, dal momento che quotidianamente si è inghiottiti dalla routine di lavoro, famiglia, figli, corse a destra a e manca per riuscire a fare mille e più cose!
Quindi ho accettato volentieri la proposta di mio marito di andare fuori a cena, approfittando dei nonni che ci tengono il cucciolo, ancorchè varicelloso!
Per il pranzo di domenica però, vorrei fare almeno un dolcetto....in fondo a me piace l'idea di festeggiare, e noto che mio marito, nonostante l'indole orsa come quella di quasi tutti gli uomini, gradisce queste mie sortite!

















Lo stampo a cuore in dispensa c'è......e quindi: sarà un budino!!!!
Un budino direte voi?! Ma fai qualcosa di meglio!!!!

mercoledì 10 febbraio 2010

Dove nuotano i pesci???

Ma nel nostro piatto, semplice!!!!
Qualche giorno fa leggo da Natalia proprio questa ricetta.....e mi piace subito!!! Fortunatamente non ho grossi problemi a far mangiare Ottavio (tranne adesso che ha la varicella ed è decisamente inappetente.....), ma ho pensato che sarebbe rimasto sicuramente contento di avere a che fare con questi bei pesciolini croccanti!!!

















Infatti non mi sbagliavo.....l'altra sera (ancora non era malato!) nonostante io rientri sempre tardi dal lavoro, mi sono messa d'impegno e li ho preparati!

martedì 9 febbraio 2010

Non chiamatela pizza!!!!

Come forse non ho avuto ancora modo di comunicarvi........una delle cose che mi piace mangiare di più in assoluto è la pizza! Me la sbaferei volentieri a colazione, pranzo e cena.....insomma: la adoro!!!
Farla in casa non è però sempre facile.....poi molto dipende anche dai gusti personali......chi la preferisce alta, chi sottile, chi senza bordo, chi con un bel cornicione, chi croccante e chi più soffice.......è un gran casino!
Io devo dire che la mia produzione di pizza è stata parecchio influenzata dai gusti del marito......che decisamente la preferisce alta e soffice!! Per me va sempre bene, basta che sia digeribile e la pasta non risulti gommosa....quindi ho sempre cercato di accontentarlo! L'impresa non è stata facile.....i primi tentativi sono stati un disastro....poi col tempo devo dire che ho raggiunto un buon risultato!
La pizza alta e soffice non è però la vera ricetta che vorrei suggerirvi oggi, perchè non è che la conseguenza di un altro impasto......un impasto che mi evoca le piacevoli sensazioni di quando ero piccola, e attendevo il suono di una campanella.....



Chi di voi frequenta, o abita, le zone della Riviera Ligure di Ponente, potrà capire già dal titolo del post di cosa sto parlando.........ma della Sardenara!!!!!

lunedì 8 febbraio 2010

Ma quanti nomi per la stessa bontà!!! Bugie!!!

Eh sì......chiamale come vuoi ma sono sempre buone......
BUGIE, CHIACCHIERE, CROSTOLI, GALANI, FRAPPE, LATTUGHE....
Ne conoscete altri?! CENCI (come dice giustamente Federica!), oppure GALE come suggerisce Alessia!)


Ieri mattina la mia cucina sembrava un cantiere.....avevo deciso infatti di preparare sia le bugie che le frittelle di mele.....già che c'ero, per friggere una cosa, ne ho fritte due!
Peccato che nello stesso giorno a mio figlio sia esplosa la varicella....così niente carnevale.....
Vabbè, cose che succedono quando si hanno 4 anni...spero solo non succeda anche a me a 34......visto che da piccola non l'ho fatta!

venerdì 5 febbraio 2010

Ma come si cucina il pesce? Spada Marinato alla Piastra!

Beh......ormai 3 anni fa feci un corso di cucina in cui erano comprese anche tre lezioni sul pesce.....e dove mi insegnarono anche a pulire, sfilettare e diliscare i pesci interi.......
Diciamo che preferisco di gran lunga se questo lavoro lo fa il pescivendolo.......e in ogni caso, sarà perchè ho la fobia delle lische e anche una semplice lischetta di acciuga può provocarmi senso di soffocamento, ma alla fine ripiego sempre sulle cose più semplici, tipo filetti o crostacei o fette di pesci di grossa taglia, e difficilmemente mi lancio in preparazioni più ardite!
Eppure sono sempre tutti lì a dirci che dobbiamo consumare il pesce, perchè fa bene.....e chi più ne ha più ne metta!


Così bisogna inventarsi dei modi eleganti per cucinare anche dei semplici filetti, o delle semplici fette, in modo che non risultino banali, e anche per non essere ripetitivi.......tempo fa, alla terza settimana (del tipo tutti i venerdì di tre settimane di seguito) in cui avevo preparato il salmone in crosta....mi sono sentita dire: ma cambia un po', fai qualcosa di diverso!!! Beh, non dico che avesse proprio tutti torti, ma nemmeno gli avevo presentato la stessa pietanza per tre giorni di fila!

giovedì 4 febbraio 2010

Una torta senza tanti sensi di colpa....Torta di Pere senza grassi!!

Eh sì, spesso quando si parla di dolci, il pensiero poi corre subito alla linea.....ahimè: il cibo è sempre una tentazione......dolce o salato che sia.....ma è così bello mangiare!!!! Non potrei proprio rinunciarvi!!!
Io personalmente non sono molto golosa, quindi non mi lascio tentare facilmente, ma per mangiare una fetta di torta senza troppi sensi di colpa, questa può essere davvero adatta! Nei suoi ingredienti infatti non figurano nè burro nè olio, e c'è solo un uovo! Meglio di così!


Ho trovato la ricetta su Quisquilie, scritta da Silvia, una cara amica sempre mooolto attenta a non esagerare coi grassi e con gli zuccheri in cucina! L'ho già fatta diverse volte, e devo dire che è molto versatile, perchè si possono usare diversi tipi di frutta! Quella che vi presento ora è fatta con le pere, ma ho già sperimentato anche mele e pesche!

mercoledì 3 febbraio 2010

Ordinato, arrivato, letto!

Qualche giorno fa ho letto da Natalia questo post....che ha immediatamente attirato la mia attenzione.....
L'argomento infatti non è solo serio: è SERISSIMO! La felicità è qualcosa cui ognuno di noi anela.....ma non sempre si riesce a raggiungere....o almeno: non sempre si ha coscienza di averla raggiunta!


Su certe cose difficilmente mi sbaglio, e il mio intuito che ad esempio mi ha sempre aiutata a riconoscere le buone o le cattive amicizie, o a individuare a distanza i portatori di rogna e gli invidiosi, questa volta ha fatto sentire la sua voce per una cosa più semplice ma non meno importante: la scelta di un libro! Eh sì, perchè ho subito fiutato che faceva per me!
Non si tratta infatti di un libro qualunque, ma di un libro scritto da una mamma che non ha la pretesa di sfornare la verità assoluta, ma di esprimere nella più assoluta semplicità ciò che tanti vorrebbero fare ma non ne hanno il coraggio, ciò che tanti pensano ma non hanno il coraggio di dire!
Detto, fatto: l’ho ordinato la scorsa settimana e ieri sera era già sul tavolo della mia cucina….ho messo a letto i miei due uomini (leggi marito e figlio di 4 anni!) e alle 22.40 mi sono tuffata nella lettura del libro….una pagina dopo l’altra alle 00.10 ero già all’ultima! Insomma, l’ho divorato! Felice di leggerlo! e sicuramente lo leggerò ancora! perchè ci sono troppe cose importanti da fissare nella propria mente! Ci sono troppe sacrosante verità!
Eccolo: si intitola "Il Manuale Pratico della Felicità", è stato scritto da Barbara, la Mammafelice dell'omonimo sito che non conoscevo e che ora non perderò più di vista! Una mammafelice che in questa pubblicazione ha avuto il coraggio di mettere a nudo i suoi pensieri in maniera diretta, semplice e assolutamente coinvolgente!
Se volete fare come ho fatto io, per acquistarlo potete seguire queste indicazioni: vi basterà spendere 10€ (9€ del libro più 1€ di spese di spedizione) e in pochi giorni sarà anche sul vostro comodino!


E per fare un esempio di felicità.....cosa meglio degli affetti più cari?
La famiglia, quella che ci si crea prima innamorandosi, poi magari avendo un cucciolo, è spesso il nostro rifugio, la nostra isola felice dentro la quale coltivare i gesti più semplici...che sanno però regalarci un appagamento sincero difficile da ottenere fuori!



















Così eccola la mia isola felice (magari per questo battesimo sugli sci di Ottavio sarebbe più appropriato dire un iceberg??!!), quella per cui ho lottato e continuo a lottare, quella che voglio difendere dalla cattiveria e dall'incoerenza......quella per cui diventerei una furia se qualcuno osasse anche solo minacciarla ( ;-) )...insomma: il mio lumicino nel buio!
E nelle fredde giornate d'inverno, quando la sera le case e i palazzi brulicano di finestrelle accese.....anche la mia è accesa...di una luce che riscalda il cuore grazie al calore di una famiglia unita!
Alla prossima!

martedì 2 febbraio 2010

Lo so che Natale è passato da un pezzo ma......Antipasto Farcito!

.....non potevo non pubblicare questo meraviglioso antipasto che ho preparato proprio per il pranzo di Natale 2009! L'idea non è mia ma della Carissima Natalia (non illuderti....da quando ti ho trovata, non ti mollo più!): del resto una preparazione al tempo stesso semplice ma così originale, non poteva che essere sua!


Dire che ci è piaciuta è dire poco! Mio papà ha fatto addirittura il tris!!! Rispetto a quanto previsto da Natalia, io ho variato un po' il ripieno, e ho fatto uno strato in più di farcitura e di pane, ma del resto questa è una ricetta così versatile che ognuno nel realizzarla può modificarla seguendo i propri gusti! Presentata così, addobbata come un albero di Natale, è perfetta proprio per le feste, ma nulla vieta di inventarsi altre forme, da utilizzare in ogni periodo dell'anno!
Le foto non sono proprio belle come le tue ma....nel complesso, che dici Natalia: me la merito la sufficienza?!

lunedì 1 febbraio 2010

Grazie a Nadia....Paparotta Pugliese!

....riesco a partecipare al Contest lanciato da Paoletta di Anice e Cannella sulla Cucina Pugliese e Lucana!!!
Nadia, alias Taranta di Quisquilie&Pinzillacchere, è infatti un'amica pugliese DOC.....e lei, come anche Katy e Cleopatra, hanno subito raccolto il mio appello quando le ho chiamate a raccolta per avere da loro più informazioni possibili riguardo a ricette tipiche della loro terra!


La voglia di partecipare a questo contest infatti era tanta, anche solo per esserci come ha scritto Paoletta, e così mi sono messa subito alla ricerca di un piatto da poter realizzare nonostante la scarsa conoscenza di ricette di quelle zone!
La necessità di inserire almeno un ingrediente tra quelli proposti sul sito Sapori dei Sassi ha fatto ricadere la mia scelta sul piatto indicatomi da Nadia, che prevedeva l'utilizzo dei fagioli, o comunque legumi, cotti! Non riuscendomi a procurare nello specifico i fagioli di Sarconi, ho optato per le Cicerchie, che si sono rivelate un ottimo legume, e devo dire la verità non avevo mai usato!
Inutile dire che il risultato è stato favoloso....come ho già avuto modo di scrivere, le ricette della tradizione, spesso contadina, magari fatte con ingredienti poveri, sono quasi sempre buonissime! E questa di sicuro non si smentisce!
Ancora grazie Nadia, e anche un grazie a Katy e Cleo per la loro disponibilità!
Beh......allora.....ecco la ricetta, che probabilmente vi interessa di più che le mie ciance!!!



PAPAROTTA PUGLIESE (detta anche MARENNA)
categoria "Puglia"












Ingredienti (3 persone)
• 400 gr di cime di rapa
• 150 gr di cicerchie secche
• 150 gr di pane casereccio secco
• 2 cipollotti
• 1 spicchio d’aglio
• Olio evo e sale q.b.
• acqua e/o brodo q.b.

Preparazione
Mettere in ammollo le cicerchie in acqua e un pizzico di bicarbonato, dare una mescolata e lasciarle così per una notte. Trascorso il tempo, affettare uno dei due cipollotti, soffriggerlo brevemente in un tegame con due cucchiai di olio evo, quindi aggiungere le cicerchie ammollate e mantecarle per qualche minuto. Continuare la cottura per un’ora circa (controllando comunque che divengano morbide) aggiungendo poco alla volta acqua o brodo. Pulire e tagliare finemente le cime di rapa, quindi cuocerle per pochi minuti in pentola con poca acqua. Al termine aggiungervi le cicerchie cotte e mescolare. Preparare un trito molto fine con l’aglio e il cipollotto rimasto, appassirlo in padella con dell’olio evo, intanto ammollare per pochi secondi il pane secco, strizzarlo bene, insaporirlo in padella col soffritto, quindi aggiungerlo al composto di cime di rapa e cicerchie. Allungare con poca acqua o brodo, salare a piacere, cuocere il tutto per una decina di minuti mescolando ogni tanto, impiattare e servire!



Con questa ricetta partecipo al Contest
di Paoletta del Blog Anice&Cannella