martedì 20 marzo 2012

Sul filo di lana della stagione: Strudel Salato ai Cavoli!

Oggi è ufficialmente l'ultimo giorno d'inverno! Domani inizia la primavera!
Io personalmente ho voglia che arrivi la bella stagione, di riappendere nell'armadio abiti pesanti e giacconi, perchè dopo il freddo record di quest'anno (qui da me abbiamo toccato i -20°) c'è proprio bisogno di nutrire corpo e spirito con qualche tiepido raggio di sole!
E i cambi di stagione si fanno sentire anche a tavola! Sui banchi del mercato compaiono le prime fragole, i primi asparagi, mentre stanno scomparendo carciofi e cavoli!
















Già, i cavoli........
Devo confessare che non ne vado matta: per quanto mi ci metta di impegno, poi non è mai una verdura che mangio con puro piacere ;-)
Spesso e volentieri hanno bisogno di un "aiutino" per diventare appetitosi, che sia la salsiccia o la costina di maiale! In più, quando ci si aggiunge la fine dell'inverno e l'inizio della primavera.....no no no: il cavolo ha concluso la sua stagione!
Ma se nell'orto del marito l'unico superstite si mette in mostra con occhio languido, che fare? Beh.....non sia mai lasciarlo stare!!! Quindi piena di buoni propositi lo raccogli (o meglio, lo raccoglie il marito!) e lo fai stufare! Destino vuole però che la pentola giaccia in frigorifero piena di speranza, mentre la tua voglia di consumare questa preziosa verdurina sia letteralmente sotto i tacchi!


E' inutile: c'è bisogno di una terapia d'urto per trasformare i cavoli a rischio composter in un piattino appetitoso! Mi tuffo in rete, navigo alla ricerca di qulache sfizioso spunto e mi imbatto in una interessante ricettina di uno strudel ripieno di cavolo sul blog ecocucina: bella l'idea di cucinare ecosostenibile, anche io sono daccordo sul fatto che ci si debba impegnare a produrre meno rifiuti e soprattutto a non sprecare il cibo! Va detto però che:
- io ho il composter in giardino e gli scarti da cucina diventano concime per l'orto ;-)
- avrei difficoltà a pensare di vivere solo di scarti ;-)
- la parte buona dei prodotti devo pur usarla ;-)
In sostanza, ho preso spunto dall'idea della ricetta, l'ho modificata secondo il mio gusto, le mie abitudini e la mia disponibilità di ingredienti, l'ho bimbizzata nella realizzazione della pasta e...........



STRUDEL SALATO AI CAVOLI  con fondutina di toma


Ingredienti
• 160 gr di farina 0
• 15 gr di olio d’oliva
• 80 gr d’acqua
• 1 cavolo piccolo
• 1 cipolla o un porro piccolo
• 1 manciata di gherigli di noci
• 1 manciata di uvetta ammollata
• Olio, sale e burro q.b.

Preparazione
Lavare, mondare e tagliare a striscioline il cavolo, quindi in una pentola aggiungere un po’ d’olio e un pezzettino di burro, soffriggere la cipolla o il porro tagliati finemente, aggiungere il cavolo, salare e stufare a fuoco lento bagnando di tanto in tanto con poca acqua. A piacere si possono aggiungere dei cubetti di pancetta per insaporire. Aggiustare di sale se occorre, aggiungere l’uvetta ammollata e i gherigli di noci a pezzetti e lasciare intiepidire. Nel boccale mettere farina olio e un pizzico di sale, avviare a vel 3 quindi dal foro aggiungere l’acqua lentamente portando a vel 6; far andare per un minuto, quindi mettere l’impasto a riposare in frigo per almeno mezz’ora. Trascorso il tempo, stendere sottilmente la pasta su un foglio di carta forno, sistemarvi sopra il cavolo, risvoltare appena i lembi lunghi di pasta e arrotolare dal lato corto. Spennellare con un’emulsione di acqua e olio e infornare a 180° ventilato per 20/25 minuti, più grill negli ultimi 5 minuti. Affettare e servire con una fondutina di toma. E' buonissimo!!!!!!

Per la fondutina di toma sciogliere un po' di toma dolce e un pezzettino piccolo di toma erborinata (80 gr circa in tutto) nel bimby con un po' di latte per 5 min a 80° e aggiustando la consistenza con pochissima farina. Il gusto erborinato col cavolo si sposa benissimo, anche se non deve essere troppo forte per non essere prepotente nei confronti degli altri sapori!

Per avere un piatto vegan, utilizzare solo olio e non burro, e omettere la salsina di toma, utilizzandone una a base di latte si soia o riso.

Baci MARA


4 commenti:

Simona Mastantuono ha detto...

davvero una magnifica idea

Federica ha detto...

Cavoli, carciofi e zucca credo saranno le uniche cose che per ora rimpiangerò dell'inverno. Ma appena scoppierà il boom di pomodori e melanzane e peperoni...addioooooooooo ^_^ Ottimo modo per salutare la stagione fredda, questo strudel è davvero invitante e saporito. Un bacione, buona serata

Gio ha detto...

il bello è proprio il cambio di colori al mercato di frutta e verdura!
io adoro i cavoli, tutti! strudel delizioso :P

Fabiana ha detto...

Qui sono diventati più che appetitosi.. un’aiutino fantastico... un bacio