giovedì 3 febbraio 2011

Via.....ma non dalle nostre tavole: filetto di maiale in crosta di nocciole!

Quando dopo la seguitissima impresa del finocchio a cena, ho ricevuto il secondo invito di Norma a partecipare all'iniziativa "liberiamoci del maiale".......beh, ovviamente non potevo astenermi dal partecipare!


E' vero che questo è un blog di cucina, ma dietro a chi cucina c'è una testa pensante, che grazie al cielo (e lo dico senza falsa modestia!) si sforza di vedere aldilà del proprio naso, e cerca sempre di trarre le proprie conclusioni grazie a un ragionamento critico......
Già, il ragionamento critico.......figlio del sapere critico......

Ricordo che qualche settimana fa, guardando uno spezzone della trasmissione Ballarò (uno spezzone, perchè questo tipo di trasmissioni non riesco più a vederle per intero.......troppa gente che litiga, spesso troppe ovvietà e quasi mai nessuno disposto a costruire un serio dialogo con gli altri.....), mi colpì molto quello che disse l'ex garante per la privacy dott. Stefano Rodotà, secondo il quale la costante diminuzione di risorse finanziarie destinate alla scuola e all'università, sono il chiaro segno della volontà di uccidere il sapere critico.......perchè è con l'istruzione che il genere umano sviluppa la capacità di ragionare, valutare e scegliere con cognizione di causa.
Mai altre parole sono state così in sintonia col mio pensiero: per fortuna al mondo esiste tanta gente dotata di buon senso anche senza aver frequentato grandi scuole, spesso la cui esperienza è foriera di sapienti consigli, ma è innegabile che la volontà di mantenere il più possibile nell'ignoranza "la massa", consenta molto più agevolmente a una ristretta elite di "governarla", sottometterla, convincerla.........

E' a questo pensiero critico a cui in questo momento bisognerebbe fare appello, sviluppandolo almeno un pochino, istruiti e meno istruiti, uomini e donne, destra e sinistra.......perchè non occorre schierarsi politicamente per rendersi conto che la dignità non deve essere calpestata, a nessun livello. Come donna mi sento offesa e profondamente delusa nel vedere che uomini di potere continuano a mercificare il corpo e l'intelligenza femminile legittimando di fatto questo comportamento. Rimango basita nell'apprendere che sedicenti genitori spronano le figlie a intraprendere la "carriera di prostituta" (d'alto bordo si intende!) per il vil denaro......resto senza parole nel constatare che molte ragazze trovano più comodo, facile, redditizio e conveniente svendersi sotto ogni profilo, piuttosto che pensare di ottenere successo impegnandosi onestamente.
Mi è difficile comprenderne i motivi.......
Compito dello stato sarebbe creare delle prospettive, non ucciderle insegnando a percorrere la via più breve sempre e comunque.
Qualsiasi donna di buon senso dovrebbe sentirsi offesa e indignata per non continuare a vedere calpestate la propria intelligenza e la propria dignità: siamo di fronte a un mondo al contrario di come dovrebbe essere, ho paura di cosa vedrà mio figlio di questo mondo quando crescerà, ho paura di non riuscire a trasmettergli quei giusti valori di coerenza e RISPETTO DEL PROSSIMO a fronte di esempi in ogni occasione così sfacciatamente prepotenti e prevaricatori.
La prostituzione femminile può anche essere una scelta, spesso non facile, ma cercare subdolamente di convincere la massa che possa essere la soluzione migliore per raggiungere certi traguardi lo trovo una forma di discriminazione senza pari, una misoginia portata all'esasperazione pur di veder trionfare il proprio ego e il proprio bisogno di fallica affermazione. Il tutto a corollario di un macroscopico senso di onnipotenza secondo il quale qualsiasi cosa succeda è sempre colpa di altri. Che vergogna, altro che buon esempio.....

Come faremo?

Chi governa deve ragionare sapendo che senza rispetto non c'è futuro.
Chi è governato dica chiaramente a chi governa che non ha futuro colui che non rispetta niente e nessuno.

Liberiamoci del maiale, e perchè no: di tutti i potenziali maiali già in fila per sostituirlo!

 Grazie Norma, per la lodevole iniziativa!




FILETTO DI MAIALE IN CROSTA DI NOCCIOLE

Ingredienti (4 persone)
• 500 gr di filetto di maiale
• 60 gr circa di fegato di vitello
• 1 uovo
• 60 gr di nocciole
• 60 gr di pane raffermo a dadini
• Farina, erbette secche, burro, olio e sale q.b.

Preparazione
Tagliare il filetto di maiale in 4 porzioni da 125 gr, quindi praticarvi al centro un’incisione col coltello, quasi a formare una sacca. Insaporire il pane raffermo in padella con un filo d’olio, quindi frullarlo con le nocciole e le erbe secche. Tagliare il fegato in sottili striscioline, infarinarlo e saltarlo in padella con olio, sale e pepe. Farcire le porzioni di maiale coi pezzetti di fegato, quindi passare ogni porzione prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto, poi nella panüre alle nocciole. Cuocere il maiale in padella con un po’ di burro, asciugare su carta assorbente, quindi servirlo accompagnato da verdure croccanti al burro e salsa d’arrosto.



14 commenti:

Lady Boheme ha detto...

Condivido pienamente il tuo pensiero! Complimenti per lo splendido post e per la ricetta gustosissima e originale!!! Un abbraccio

Vero ha detto...

Che dire sono decisamente d'accordo con te.
e tristemente preoccupata perche siamo alla deriva, temo che a breve naufragheremo...

Eleonora ha detto...

la ricetta mi piace moltissimo. bravissima.

Cincy ha detto...

come al solito Mara tu riesci sempre a tradurre in parole giuste quello che penso anch'io ... ma i miei pensieri sono molto più ingarbugliati!

concordo in pieno con te ... e complimenti per la ricetta!!!!

Notticreative Elena ha detto...

Bellissimo post e bello anche il contest a cui hai partecipato, direi molto originale!
Hai pienamente ragione, che vedranno i nostri figli quando saranno grandi???solo ed esclusivamente schifezze!!!Se già ora c'è tutto questo, figuriamo tra un pò, visto che il mondo va al contrario...ahimè!!!
Un abbraccio

Ann ha detto...

Ecco, appunto, l'unico maiale buono è quello in padella :)

Ambra ha detto...

Ciao tesoro!!! Qui l'unico maiale degno di nota è quello in crosta di nocciole!!Smack!!!

Mirtilla ha detto...

hai detto bene,il suo posto e'sulle nostre tavole :)

Luca and Sabrina ha detto...

Carissima, questo filetto ci fa impazzire, è un piatto speciale che un giorno o l'altro proveremo, intanto ho salvato la pagina!
E quello che hai scritto non poteva essere espresso in modo più chiaro e sentito. E' vero tutto, dal fatto che si tagliano le spese su settori fondamentali come scuola e sanità, mentre poi si spreca ovunque e in questi giorni abbiamo sentito parlare di cifre vertiginose, come quelle pagate a sedicenti deputate che di fatto non producono nulla. E' una vergogna e la cosa triste è che temiamo che tra un mese tutto questo venga insabbiato e dimenticato. La gente, tanta gente, ha ancora gli occhi foderati purtroppo. La donna non potrà mai ottenere i riconoscimenti che merita se si continua a considerarla in questi termini, ovvero mercificandola. Ci scandalizzano queste ragazze che fanno di tutto pur di arrivare alla corte del re, genitori addirittura orgogliosi di questo. Purtroppo i valori sono finiti giù per il tubo catodico, la meritocrazia è andata in pensione e gli altri Paesi europei ci additano facendosi quattro risate.
Un abbraccio
Sabrina&Luca

Fabiana ha detto...

meraviglioso questo maiale... grande Mara.. come vanno gli occhi???

Ramona ha detto...

Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

Anastasia ha detto...

Il senso critico, dov'è finito, mia cara Mara, quante volte al giorno me lo ripeto? Non hai idea..
In giro c'è invece ahimè un dilagare di "pecoraio", specie giovanile, che seguendo la massa non sa più nemmeno il significato di cosa sia etico e giusto... il vero guaio è che ciò che si vede agli alti livelli(in politica intendo), e che forse troppo facilmente additiamo, non è null'altro che lo specchio di ciò che accade nelle nostre micro-realtà quotidiane... questo forse mi spaventa ancor di più... per il resto sottoscrivo ogni tua singola parola al riguardo, perchè collima perfettamente col mio pensiero!
Un abbraccio enorme! ^:^

Gio ha detto...

ottimo questo filetto in crosta di nocciole!
lo tengo! :)

Fimère ha detto...

avec la croute de noisettes cela doit être excellent et savoureux, bravo
bonne soirée