mercoledì 16 febbraio 2011

Un profumo che mi manda in estasi....Uova in cocotte al tartufo bianco d'Alba!

Era da un po' che dovevo postare questa ricetta......precisamente dal mio compleanno.......ma siccome alla fine sono state altre le ricette ad avere la precedenza.......ho sempre rimandato! Colgo però al volo il contest di Imma che mi ha dato finalmente lo sprint per presentarvi questa meraviglia......meraviglia non per vantarmi, ma perchè il tocco finale della grattata di tartufo, rigorosamente bianco d'Alba, ha secondo me qualcosa di magico, a cui in stagione difficilmente riesco a rinunciare! (di solito ormai, resta come il mio regalo di compleanno........visto che a novembre i tartufi sono ancora ottimi!)


Perchè il tartufo è per me qualcosa di magico? Beh, semplice, perchè mi evoca bellissimi ricordi legati alla mia infanzia! Uno dei fratelli di mio nonno paterno, "barba Ricu"!!! che abitava in quel di La Morra (vicino a Bra, nota terra di Barolo e Tartufo), era un appassionato trifulao, accompagnato dal fedele cane Pulein, un bastardino bruttino ma tanto buono e dal fiuto infallibile!

Io ero la  sua piccola mascotte: non mi perdeva mai di vista, e mi seguiva dappertutto dove andavo! Per me era una festa andare a trovare gli zii, scorrazzare nel cortile, giocare col cane e.......mangiare tartufi!
Eh sì, perchè lo zio cercava i tartufi e poi li vendeva, ma quelli piccolini li conservava per noi, così quando andavamo a trovarli, mio papà con pazienza puliva e affettava finemente tutti quei "piccoli sassolini" e io lesta li prendevo a manciate dal piattino, per mangiarli così ......da soli......... nudi e crudi! Insomma......non è così consueto mangiare i tartufi a manciate senza alcuna pietanza!!!! E devo dire che scomparso lo zio ovviamente la consuetudine non si è più ripetuta........ma me ne resta il ricordo molto molto speciale!
E visto che una delle "morti perfette" del tartufo è proprio l'uovo, ho pesato di ricreare un po' di atmosfera di allora spolverando il tartufo su un uovo in cocotte, una preparazione semplicissima ma che fa impazzire le papille gustative!



UOVA IN COCOTTE al Tartufo Bianco d'Alba

Ingredienti (per 6 persone)
• 6 uova
• 1 confezione do panna da cucina da 200 ml
• 120 gr di grana grattugiato circa
• Tartufo bianco d’Alba q.b.
• Sale e burro q.b.

Preparazione
Imburrare 6 cocottine quindi disporle sulla placca del forno. Dentro ognuna rompere l’uovo, salare leggermente, quindi disporre sopra le uova uno strato di panna (metterla a cucchiaiate, cercando di ricoprire tutta la superficie). A questo punto fare lo strato di grana grattugiato (deve essere abbondante, se non sono sufficienti i grammi scritti negli ingredienti, aumentare la dose) e infornare in forno preriscaldato a 200° per 9 minuti, i primi cinque cottura ventilata, gli ultimi quattro ventilato+grill.
Una volta sfornate le cocotte, servire ad ogni commensale, ultimando il piatto con un’abbondante grattata di tartufo bianco d’Alba! Sono sublimi!


Truccooooooooooooooo
Le uova, avendo il guscio poroso, assorbono i profumi: uno dei segreti di tanti chef è quello di conservare le uova insieme a un tartufo, in una ciotola ermetica per qualche giorno............
I tuorli assorbiranno l'aroma naturalmente emanato dal prezioso fungo ipogeo, cosicchè la sensazione "tartufosa" all'assaggio ne risulti assolutamente amplificata, tanto che se doveste mangiare un uovo conservato in quel modo, vi sembrerà di gustare le scagliette anche se non ci sono! Garantito dalla sottoscritta!




Con questa ricetta partecipo al raffinato contest 


Baci, Mara

18 commenti:

Mirtilla ha detto...

ma provochi con questo piatto favoloso!!!

Scarlett: ha detto...

mamma mia anche a me piace tanto l'aroma del tartufo.un tocco chic per ogni piatto..bacioni

Lucia ha detto...

Una ricetta che definirei armoniosa ed anche raffinata, nella sua semplicità. Mi ha conquistato al primo sguardo! :-)

Tiziana ha detto...

Raffinate!!! Anche secondo me il tartufo è magico!!
Ciao

lucia ha detto...

che dritta che mi hai dato con l'idea di mettere insieme uovo e tartufo nella ciotola ermetica!! Ci proverò di sicuro! Una vera goduria le tue cocotte! Un abbraccio e a presto!

Eleonora ha detto...

insomma...tentatrice e da svenimento la tua ricetta. veramente buona.

Federica ha detto...

come sempre una ricetta buonissima!!!complimenti! ciao!

Max ha detto...

Sarebbero da provare sicuramente, ciao.

Federica ha detto...

Bella dritta quella dell'uovo conservato nella ciotola col tartufo! E che raffinatezza queste cocotte. Hai proprio trasformato l'ovetto in un piattino gourmet ^__^ Un bacione

Imperatrice ha detto...

ehhhhhhh che voglia di tartufoooooooooooo!!!! qui da me si trovano solo quelli piccoli neri estivi... a volte al posto di profumare, sanno da lucido per patinare le scarpe.....

Ann ha detto...

E ci credo che il profumo del tartufo bianco manda in estasi :D Deve essere un piatto buonissimo.

Fabiana ha detto...

anche a me il tartufo piace tantissimo e mi fa tornare in mente un sacco di ricordi... srà un piccolo vizio di noi piemontesi??? un bacio

dolci a ...gogo!!! ha detto...

grazie tesoro per aver partecipato al contest con questa cocotte profumatissima!!baci imma

Gio ha detto...

cocotte raffinata col tartufo!

Ambra ha detto...

Questa cocotte è per me davvero irresistibile...il tartufo è davvero qualcosa di sublime unito alla morbidezza dell'uovo!!!MMMM...sto svenendo!!Un baciotto PS Vieni a dare un'occhiata al mio nuovo contest...
http://gattoghiotto.blogspot.com/2011/02/mise-en-placeil-mio-nuovo-contest.html

clamilla ha detto...

Ciao,
sono Martina e vorrei invitarti a partecipare ad un contest su GialloZafferano che ti da la possibilità di vincere un premio d’eccezione: cucinare la tua ricetta a Vinitaly 2011!
GialloZafferano in collaborazione con Venezia Opportunità, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Venezia, propone un contest pieno di sorprese: Venezia nel piatto!
Di cosa si tratta? Semplice!
Crea una ricetta utilizzando uno degli ingredienti proposti, fotografala e postala sul Foum di Giallo Zafferano.
Di tutte le ricette che parteciperanno al contest, cinque verranno selezionate da GialloZafferano e da Venezia Opportunità e verranno presentate a Vinitaly 2011 (Verona, 7-11 Aprile).
Nel corso della manifestazione il vincitore dovrà cucinare la propria ricetta che verrà degustata insieme al vino DOCG Lison insieme a Sonia Peronaci nello Stand di Venezi@ Opportunità.
Per maggiori informazioni, leggi il regolamento completo che trovi qui:
http://www.giallozafferano.it/Vinitaly-venezia-nel-piatto.html
Ti aspettiamo!

Stefania ha detto...

Sono delle uova stupende, ciao♥

Letiziando ha detto...

Vista la tua fanatstica ricetta, potevo pure evitare di partecipare ;-)

Bacio e felice giornata