lunedì 20 settembre 2010

Di mocciosi prepotenti, di persone cattive, e di cose buone da mangiare, per fortuna: la torta di patate!

Vi delizio subito con le cose buone......giusto per mitigare il successivo amaro in bocca!


Ieri ho potuto toccare con mano quanto i ragazzini di oggi, a soli.....7-8 anni direi, siano figli della nostra società abituata a prevaricare, a ottenere le cose con la prepotenza, senza il minimo ripetto di niente e di nessuno! Una società in cui le persone (evidentemente quelle senza cervello!) si sentono autorizzate a comportarsi nello stesso modo scellerato di chi in realtà dovrebbe dare il buon esempio.....

Eravamo in montagna, nel giardinetto pubblico più attrezzato di giochi: caso vuole che uno di questi sia il più gettonato dai frequentatori del giardino, in quanto somiglia a uno skylift su cui lasciarsi dondolare, e mio figlio non sia da meno nel volerlo utilizzare! In una società civile, quando c'è più gente che deve fare la stessa cosa.......ci si mette in coda (o meglio DOVREBBE essere così!)! Ma come al supermercato c'è chi ti vuole passare davanti, o in autostrada c'è chi ti fa i fari per superarti a velocità folli, anche al giardino succede che ci sia il bulletto di turno che sul giochino ci vuole andare sempre lui! E così il tuo piccolo, ancora troppo piccolo per riuscire a farsi le proprie ragioni con questi elementi, è costretto a rimanere in disparte senza poter accedere a una cosa di tutti! Tu genitore intervieni....ma non per far andare SOLO tuo figlio, ma per far andare ANCHE lui, ricordando a tutti che quando si è in tanti si fanno i turni........alcuni accettano concordando con te (quelli intelligenti!) altri (i senza cervello!), si arrabbiano e se ne vanno, non senza prodigarsi in gesti del tipo "vai a quel paese" nei confronti di un adulto! Beh, quando ho visto quel gesto, gli ho gridato di andarci lui a quel paese, piccolo bulletto maleducato! E' evidente che dai suoi genitori, quel moccioso ne ha prese davvero troppo poche.......L'episodio potrà sembrare banale, ma è preoccupante pensare che questi bambini di oggi saranno gli adulti di domani.......
Diciamo che questo episodio è soltanto un episodio......se non fosse che oggi il mio umore non è dei migliori: è una di quelle giornate in cui non arrivano buone notizie sul piano personale, una di quelle giornate in cui la cattiveria e l'invidia di certe persone (è inutile negarlo......qualcuno è irrimediabilmente cattivo dentro.....) tornano ad accanirsi su di te, tornano a volerti ferire, tornano a volerti fare del male......ma ho resistito fino ad ora....non mi arrenderò certo adesso! Un vecchio detto dice che chi semina vento raccoglie tempesta....vedremo......
Beh, forse è meglio cambiare discorso......quella che avete visto nella foto è una cosa che a me è piaciuta molto: è la derivata della torta verde, dettata dall'esigenza di cucinare patate, di cui mio marito quest'anno è stato grande produttore! In fondo è l'elogio della semplicità, una cosa a cui oggi, purtroppo, non siamo più abituati.....



TORTA DI PATATE

Ingredienti per la Sfoglia
• 200 gr di farina 0 (oppure 00, o volendo un 150 gr di 0 e 50 gr di rimacinata)
• 100 gr di acqua tiepida
• 20 gr circa di olio d’oliva
• 5 gr di sale

Ingredienti per il ripieno
• 700 gr circa di patate
• 100 gr circa di formaggio a pasta semidura a piacere (gli avanzi del frigo vanno benissimo!)
• Due cucchiai di grana grattugiato
• Sale, pepe, noce moscata q.b.
• Olio e latte q.b.

Preparazione (teglia 40x28)
Bimby: inserire nel boccale i formaggi, tritarli a vel 5/6 e metterli in una ciotola. Mettere nel boccale farina, olio, acqua e sale, quindi impastare 30 sec vel 6, 1 minuto spiga.
Tradizionale: tritare al mixer i formaggi, e impastare a mano in una ciotola gli ingredienti per la sfoglia, fino a ottenere un impasto liscio e non appiccicoso.
Intanto portare a ebollizione un po’ d’acqua dentro una pentola, una volta che bolle, gettare via l’acqua, quindi avvolgere l’impasto in un canovaccio, disporlo sulla spianatoia e coprirlo con la pentola calda. Lasciare riposare per mezz’oretta. (se si ha poco tempo questa operazione si può omettere). Intanto sbucciare le patate, quindi cuocerle a vapore, schiacciarle con lo schiacciapatate (o col passaverdura) e versarle nella ciotola insieme ai formaggi. Aggiungere al composto il grana grattugiato, aggiustare di sale, pepe e noce moscata, quindi versare olio e un po’ di latte fino a ottenere un composto morbido. Dividere l’impasto in due parti (una un po’ più grande per il sotto) quindi stenderlo sottile; infarinare appena una teglia, foderarla di pasta, disporvi sopra il ripieno di patate, e chiudere col secondo disco di pasta sigillando i bordi. Bucherellare con una forchetta e spennellare d’olio, quindi cuocere in forno statico a 180° fino a doratura (40 min circa). Una volta cotta volendo spennellare di nuovo con poco olio, e servire appena tiepida.
Buon appetito!


23 commenti:

Federica ha detto...

Io davvero rimango allibita davanti a certi episodi e quello che più mi sconvolge è che i genitori di questi bei tipetti, se tirati in mezzo, prendono spudoratamente le parti dei figli anzichè dargli una bella tirata d'orecchie. Ma d'altra parte se così non fosse, forse neanche i ragazzi si comporterebbero in quel modo, probabilmente è quanto hanno imparato nelle famiglie. E poi ci si lamenta che la violenza dilaga giorno per giorno!
Bella mia tu semini patate e raccolgi oro oggi! Questa torta salata è da leccarsi i baffi, tanto quanto la sorella verde e forse pure di più! Anzi, bene che me l'hai ricordata così la metto bene in vista da provare quanto prima, che l'avevo puntata da un po'! Un bacione

Mirtilla ha detto...

Ehi ma sono la prima a commentare questa delizia! che onore! ma bando alle ciancie (come si suo ldire...) devo farti i complimenti perchè trovo che sia un ottimo piatto salato! Molto autunnale, gustosissimo e decisamente appetibile. Chi potrebbe mai resistere a questa bontà? IO adoro le patate cucinate in ogni modo!!!

Olivia ha detto...

Sono d'accordissimo con te...No alla prepotenza,(poi al parco giochi non ne parliamo!)...Comunque poi tu torni a casa e hai questa bella torta di patate...!!!!!!!!!!!!:)

Federica ha detto...

La maleducazione è una delle cose che innervosisce tanto anche me, invece mi dispiace che ci sia qualcuno che se la prenda con te per pura cattiveria, capisco la sensazione..ma come te mi metto sulla sponda del fiume ed aspetto..magari mangiandomi un po' di torta di patate, che ne dici? Un abbraccio forte forte

Soribel ha detto...

sono d'accordo con te!!!
come ben si dice, l'educazione parte da casa!!!!
buonissima la tua torta!!!mi ci vorrebbe proprio!!c'ho na certa fame che me mangerei il pc dello studio!!!^_^

Blueberry ha detto...

Maetta, posso solo che essere in totale accordo con te. da due settimane ho iniziato a fare la tata a 2 bambine che definirle selvagge è dire poco: parolacce, gestacci, urla, calci, sputi, lanciano per dispetto tutto quello che capita loro in mano. Posso dire: NON NE POSSO PIU!!!! Ma non esiste più un minimo di buona educazione? :-/

lucia ha detto...

In effetti si parla di emergenza educativa... Quanti genitori non sono più in grado non solo di educare, ma anche di gestire i propri figli! Che crescono senza il rispetto di niente e di nessuno e con un gran vuoto in testa.
E tu non ti abbattere!! Sii certa del tuo valore, grata di cio che hai e vedrai che tutto si sistema! poi con una fetta di questa meraviglia tutto è più bello! Un abbraccio e a presto!
PS ricetta elaborata, foto fatta, ora devo scaricarla sul pc, scrivere il post e vedrai che per domani ce la faccio!!!

maetta ha detto...

@Fede
Inutile, io e te siamo sulla stessa lunghezza d'onda......
Comunque, bello sarebbe seminare patate e raccogliere pepite mannaggia! baci

@Mirtilla
Grazie, sono molto felice che ti piaccia! è stata in assoluto un esperimento....direi ben riuscito! Baci

@Olivia
sì, in effetti, meno male che nella vita ci sono anche le cose belle e buone! un abbraccio

@Federica
In effetti non avevo pensato a mangiare questa torta mentre aspetto sulla sponda del fiume....sarà perchè sono quasi 8 anni che aspetto???? Mah, ormai sono un po' stufa di aspettare, mentre vengo periodicamente bersagliata,ed è per questo che a volte mi deprimo.....mah, speriamo bene!!! un abbraccio e grazie

@Soribel
beh, io una bella fetta te la offro volentieri, prendi pure! baci

@Blueberry
ormai l'educazione, e la correttezza, sono qualità rare ahimè, si pensa solo a prendersi gioco del prossimo...che tristezza....
un abbraccio grande

@Lucia
Grazie, a volte bastano poche parole per tirarsi un po' su...
aspetto la ricettina allora! baci

viola ha detto...

Purtroppo hai fatto il quadro di una sirtuazione che si verifica sempre più spesso. Credo che i professori a scuola di queste cose ne abbiano da raccontare a non finire.....
La prepotenza ormai imperversa ovunque, la legge del più forte ha preso il sopravvento e non ci resta che raccogliere i cocci.
Non so che succederà, se sarà mai possibile un'inversione di tendenza.....
Boh, ogni tanto smetto di pensare a tutte queste cose.Ci si sente impotenti e basta.
Prendo una bella fetta di torta di patate e penso che ci sono comunque ancora tante cose belle per cui vale la pena darsi un gran da fare.
Un bacione cara e a presto

Scarlett: ha detto...

sti ragazzi dio ggi sempre piu' maleducati e sempre piu' prepotenti...e sai qual'e' la cosa piu' brutta veder i genitori,i nonni o la tata che li accompagna,sorridere e sentirgli dire son bambini...quando i miei fanno i monelli(per quanto e' concesso alla loro eta')si beccan sempre un sonoro rimprovero e anche qualche sberla o pacca nel culetto ...sai per ricordargli le buone maniere...e chiedono sempre scusa....e sai cosa dicevano i miei nonni che il legno si drizza da piccolo..io resto con questa teoria,da piccoli si insegna le buone maniere...
La torta davvero squisita oltre ad esserti venuta davvero bene...brava!!
PS:Ho aggiunto la ricetta che hai commentato oggi al tuo contest grazie!!!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Con la presunzione che bisogna "esprimersi" le regole e la buona educazione spesso vengono distrattamente dimenticate ....
Ma la scadenza è domani?!? Non riesco a cucinare sono fuori per lavoro ... sigh ... e pensare che adoro i pomodori in tutti i modi e fanno parte della mia cucina estiva tutti i giorni.
Pensavo di recuperarne una in archivio ma vedo che deve essere un inedito ...
Buona settimana!

lucywhite ha detto...

Mitica Mara...!

ELel ha detto...

Io dico sempre che tutto torna nella vita...e in parte è vero, non ti preoccupare, chi fa del male volontariamente poi lo pagherà nel futuro...certo in parte, visto che non si può nascondere che c'è chi soffre esageratamente, e a chi invece va tutto liscio...ma tu siedi e aspetta, come fanno i cinesi, vedrai se prima o poi senza nemmeno muovere un dito avrai la tua personale vendetta ;)

Fabiana ha detto...

non mi parlare di turni e giardinetti... ognuno riesce dare il meglio.. vogliamo non parlare delle nonne... oltre che dei ragazzini maleducati... la focaccia però riesce a mettere in pace tutti gli animi

lucy ha detto...

la sai la cosa buffa? nella maggior parte dei casi bisogna invece sgridare i genitori dei bambini perchè sono loro che non li sgridano e li danno tutte vinte! comunque spero di riuscire ad educarare bene mio figlio!che ricetta fanastica e buonissima, da provare!

Neve ha detto...

al giorno d'oggi sembra essere più normale comportarsi da cafoni e fare i furbi... sembra che chi è onesto rimanga sempre fregato! l'invidia e la cattiveria sono bestie con cui si deve imparare a convivere, purtroppo...è brutto sapere che già da piccoli i bambini sanno essere così cattivi...non prendertela! la torta di patate dev'essere buonissima cmq!! un bacione

dauly ha detto...

non ti racconto di una pasqua in albergo a bellaria, io e mio marito guardavamo allibiti coppie di genitori in balia di teppisti di 4-5 anni, si arrampicavano addirittura sulle spalliere dei divani della hall e scappavano dentro l'albergo di fianco..pazzesco !!
pazzesca anche questa torta di patate, la adoro e provo anche la tua versione !
acc...ho perso per un pelo la tua raccolta, alla prossima !!

terry ha detto...

Cara mia purtroppo se ne vedono e se ne sentono da così a peggio...e l'età in cui cominciano si abbassa sempre più! preoccupante a dir poco!
cmq consoliamoci con sto sfizio salato...patate e formaggio da svenimento!:)

Cristina ha detto...

Cara, purtroppo i questo caso i figli sono "i figli dei loro genitori", assistiamo ogni giorno a questo genere di cose e ti posso assicurare , avendo tre figli in età adolescenziale le cose vanno solo a peggiorare, e man mano che crescono ci troviamo a dover affrontare prevaricazioni e soprusi sempre più grandi, possiamo soltanto far capire ai nostri figli come è giusto comportarsi.
ottima la torta di patate.
un abbraccio

Ambra ha detto...

Capisco bene cosa vuoi dire, siamo in una società dove la maggioranza delle mamme dell'asilo insegnano ai propri figli che se qualche bimbo li picchia loro devono picchiarlo più forte...purtroppo non sono segnali positivi e non vanno affatto sottovalutati!!PS La torta è uno sballo! Smack!

Milena ha detto...

Purtroppo non ce l'ho fatta: la ricetta (inedita) con il pomodoro l'ho preparata la scorsa settimana, ma non sono riuscita a fotografarla ...
L'ho poi rifatta e pubblicata oggi ...
Pazienza :)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

cocncordo in pieno tesoro anche il mio piccolo che è un bambino gentile e timido spesso è costretto a imanere fuori da certe cose ma io cerco sempre di intervenire...sopartutto a scuola succede che il bulletto li faccia sentire ancora piu in difficoltà cmq tornando al goloso questa torta è una bellezza davvero!!!bacioni imma

Lady Boheme ha detto...

Mia cara, la penso come te! Purtroppo la BUONA EDUCAZIONE non può essere insegnata da chi la IGNORA!!!!
Complimenti per la gustosissima e invitante torta di patate!!! Un abbraccio, a presto